Ti trovi qui:Catalogo»OK!Marketing»Visualizza articoli per tag: Newsletter

Acquisti via Internet: negli USA è boom per elettrodomestici e arredi

Dott. Tomaso Trevisson Scritto da 

(0 Voti)

Negli Usa il boom degli acquisti on-line non riguarda solo musica, viaggi o computer, ma anche gli arredi e gli elettrodomestici.
Lo afferma Experian, che con PriceGrabber.com (società del gruppo Experian specializzata nei servizi per l’e-commerce), ha effettuato una rilevazione sul comportamento di chi effettua acquisti on-line.


Più in particolare, dall’indagine condotta su un campione significativo di consumatori ha rilevato che persino nel caso degli arredi e degli elettrodomestici più del 53% di essi consulta Internet come fonte rilevante di informazione.

Fra chi accede ai siti Internet di e-commerce per arredi ed elettrodomestici  risulta poi  che:

* più dell’80% lo fa sistematicamente: per confrontare prezzi e prestazioni, raccogliere pareri di chi già li utilizza e così via;

* il 31% finisce per acquistarli direttamente da siti e portali di e-commerce e che la  motivazione principale, anche nel caso di arredi ed elettrodomestici, è il prezzo, ritenuto solitamente più basso rispetto a quello spuntabile in negozio.



Lo studio Experian evidenzia anche che:

    * il numero degli acquirenti on-line per queste merceologie è destinato a salire ancora e già nel breve termine.
      Infatti ancora a metà del 2006 più del 70% degli interpellati in un analogo studio, dichiarava che mai avrebbe acquistato elettrodomestici o pezzi d’arredamento via Internet e senza “toccarli con mano”, mentre ora quella soglia è già scesa al 56%;

    * c’è una crescita generale di fiducia verso acquisti via Internet, perchè il ricorso all’e-commerce  per acquisti di maggiore  impegno o emozione ne è prova incontrovertibile. E a questo, sempre secondo lo studio, contribuisce sempre più la chiarezza, la confrontabilità delle offerte (grazie a descrizioni sempre più accurate dei prodotti, con un ampio corredo di immagini ) e  la crescente dimestichezza con i “negozi on line”.

Unico problema, le spese di consegna

In compenso,  anche con propsetti tecnicie età delle offerte di un certo impegnostinato a salire ancora e già nel breve-medio termine. cresce l’attenzione alle spese di consegna. Secondo Experian, il 72% degli intervistati le ritiene onerose e afferma che se la consegna fosse meno cara, o gratuita,  gli acquisti on-line sarebbero ancora più attrattivi e consistenti.

 

Fonte I dome